Monday, 09 October 2017 09:42

La revisione totale dell’ordinanza sull’imposta alla fonte

Il 21 settembre 2017 il capo del Dipartimento federale delle finanze (DFF) ha posto in consultazione la revisione totale dell’ordinanza del 19 ottobre 1993 sull’imposta alla fonte. L’ordinanza definisce più chiaramente le condizioni da soddisfare affinché i non residenti assoggettati all’imposta alla fonte abbiano la possibilità di richiedere la tassazione ordinaria ulteriore.

Il 16 dicembre 2016 le Camere federali hanno accolto un’ampia revisione di legge nell’ambito dell’imposizione alla fonte del reddito da attività lucrativa. La riforma elimina le disparità di trattamento. I residenti e i «quasi residenti» assoggettati all’imposta alla fonte possono richiedere una tassazione ordinaria ulteriore. I «quasi residenti» sono lavoratori non domiciliati in Svizzera il cui reddito deriva sostanzialmente da un’attività esercitata nel nostro Paese. Per le persone assoggettate all’imposta alla fonte domiciliate in Svizzera, la tassazione ordinaria ulteriore è obbligatoria a partire da un reddito lordo annuo da attività lucrativa dipendente di 120 000 franchi.
L’introduzione del concetto di «quasi residenza» nel diritto svizzero si basa su una sentenza del Tribunale federale del 26 gennaio 2010 (DFT 136 II 241), in cui si è constatato che in determinati casi il regime svizzero di imposizione alla fonte viola l’Accordo sulla libera circolazione delle persone con l’UE. Secondo il Tribunale federale, la Svizzera deve concedere le stesse deduzioni ai «quasi residenti» e ai residenti.

  • Author: Carmen Ciobanu
  • Country: Switzerland
  • Language: Italiano
HTLC Network Group Holding A.G. - VAT CODE CHE-109.302.293 - RTM N°672295 - SWISS FEDERAL INSTITUTE OF INTELLECTUAL PROPERTY
powered by ITS NETWORK SAGL partner